Scarichi abusivi, non c’è tregua per la provinciale
La tregua è durata poco, i rifiuti sono già tornati (Canali)

Scarichi abusivi, a San Giuliano non c’è tregua per la provinciale VIDEO

La strada tra Viboldone e Pedriano trasformata in una discarica

Barbara Sanaldi

Una tregua durata poche settimane, e nemmeno controlli e sanzioni previsti e applicati sembrano funzionare. Sono tornati ad agire gli abusivi dello scarico che ormai da anni hanno trasformato la Viboldone-Mezzano-Pedriano in una sorta di strada della vergogna dove trovano spazio rifiuti di ogni genere.

Ripulita e ripristinata, con uno sforzo anche economico da parte del Comune di San Giuliano, la provinciale che unisce piccole e suggestive frazioni cittadine, tagliando le campagne che rappresentano una delle aree storico-ambientali più interessanti del Sudmilano è tornata ad essere una discarica a cielo aperto dove c’è chi si libera di sacchi e sacchetti di spazzatura domestica, forse per sfuggire alle strette imposte da quei comuni che stanno lavorando ad una differenziata spinta, ma anche artigiani e piccoli imprenditori, spesso in proprio e “fai da te”, che sfruttano isolamento e scarsa illuminazione della zona.

Lungo il ciglio si trovano così immancabili macerie edili come pure interi arredi rimossi e sostituiti. Presenze quasi costanti, materassi e sacchi di vestiari dismessi. E perfino i canali irrigui, al momento inutilizzati e in secca ma che presto torneranno ad essere usati per irrigare la campagna circostante, sono trasformati in “depositi”, intasati letteralmente di pezzi di mobili, scarti non identificabili, e macerie di natura incerta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.