«Non le ho viste»: parla il 57enne accusato di aver falciato due ragazze in A1
I soccorsi dopo la tragedia

«Non le ho viste»: parla il 57enne accusato di aver falciato due ragazze in A1

Una 21enne è morta schiacciata, una 26enne ha fratture gravissime

Carlo Catena

Si è giustificato sostenendo di non aver visto che c’erano delle persone che camminavano a piedi lungo l’autostrada del Sole a Ospedaletto Lodigiano il 57enne di Bertonico che è stato arrestato sabato dalla polizia stradale di Guardamiglio a seguito delle indagini dopo l’incidente mortale avvenuto poco prima del chilometro 40 in corsia sud, a breve distanza dalla linea ferroviaria su cui giacciono i resti del Frecciarossa deragliato undici giorni fa. L’auto di quattro ragazzi di Parma. tra i 20 e i 26 anni, ha impattato contro il guard rail e ha preso fuoco, e le due giovani a bordo, aiutate dagli amici a fuggire dalle lamiere, sono state poi falciate da un’auto in corsa, che non si è fermata. Una 21enne nata a Santo Domingo è morta. L’amica ha gravissime fratture. Secondo la polizia era proprio quell’uomo il “pirata” che, pur avendo perso pezzi dell’auto, è uscito al casello ed è tornato a casa. Erano le 5 del mattino di sabato.

Arrestato per omicidio stradale e omissione di soccorso, il 57enne è stato messo ai domiciliari. L’interrogatorio sarà fissato oggi, “no comment” del difensore Ilaria Spinelli. «Non le ho viste», continuava a ripetere dopo l’arresto.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola lunedì 17 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.