Ritrovare le radici attraverso il dialetto, una “sfida” per le scuole
Modesto Tonani e Teresina Morelli, protagonisti di questa iniziativa

Tonani: ritrovare le radici attraverso il dialetto

Da Zelo parte una “sfida” per le scuole

Emiliano Cuti

La storia è maestra di vita, ma bisogna saperla rispettare, riconoscere e valorizzare. Ce lo insegnano Modesto Tonani e Teresina Morelli, studiosi del territorio e del vernacolo come linfa nutritiva della tradizione, che dalla loro casa di Zelo lanciano il loro progetto di recupero dell’identità lodigiana e lombarda. Una battaglia di preservazione e salvaguardia, che riscopre il passato per guardare con fiducia al futuro, oggi che i legami che tengono unita la società sembrano sbriciolarsi sotto i nostri piedi.

«Nulla è disgiunto da nulla» è convinto Modesto Tonani. Allora proprio il dialetto, il dire attraverso le immagini, è un modo per rappresentare e raccontare, ma anche per ritrovarsi come “Gent de num”. Altro non è che la collana dei lavori proposti da Modesto Tonani e Teresina Morelli, che nel nuovo progetto si traducono in pedagogia dell’essere.

«Crediamo che la divulgazione di queste ricerche attraverso spettacoli, conferenze, presentazioni di testi, nonché letture a tema siano utili a ricondurci alle certezze perdute - spiegano -. Ripercorrere le vicende dei figli illustri della nostra terra, “basada dal Lamber e mujada dal Po”, può coltivare in tutti, soprattutto nei giovani, una fierezza che possa fungere da sprone al futuro di ognuno».

Ecco allora che per i bimbi dai 3 agli 8 anni vengono proposte la narrazione di storie (come quelli tratti dai libri Bilin Cuin, Wolf e Tufin cane di pezza), le visite in cascina, la documentazione delle attività scomparse, così come l’intrattenimento musicale (alcuni interessanti testi sono presenti nella seconda parte del libro Èl và ‘l Biroc Du). Un patrimonio a cui potranno attingere anche gli adolescenti scoprendo magari la storia di personaggi lodigiani famosi o l’aneddotica non contemplata nei libri di storia o imparando il dialetto. E per gli adulti? Tante idee per conferenze su temi specifici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.