Una strada dedicata a Sergio Ramelli: mozione “calda” domani in consiglio
Una manifestazione sulla tomba di Ramelli

Una strada dedicata a Sergio Ramelli: mozione “calda” domani in consiglio

Fratelli d’Italia ha promosso il provvedimento in omaggio al 18enne lodigiano ucciso nel 1975

Si prevedono scintille in consiglio comunale: la mozione di Fratelli d’Italia volta all’intitolazione di una via per Sergio Ramelli scatenerà sicuramente un acceso dibattito in Broletto. Domani sera infatti verrà discussa la mozione del 10 gennaio 2020, a firma dei consiglieri comunali Maria Grazia Bazzardi, Giulia Baggi ed Elisa Gualteri: la sezione lodigiana del partito capitanato da Giorgia Meloni chiede all’amministrazione comunale di intitolare «una via o strada o largo o piazza o piazzale o parco o giardino» alla memoria di Sergio Ramelli, 18enne lodigiano del Fronte della Gioventù ucciso nel 1975 a Milano.

La mozione era già stata depositata nel marzo dello scorso anno e poi ritirata in novembre, probabilmente a causa della mancanza di un sostegno compatto da parte dei gruppi di maggioranza.

Già all’inizio dell’anno le minoranze si erano espresse negativamente sul tema, temendo una strumentalizzazione da parte dell’estrema destra. «L’omicidio di Ramelli è stato un atto infame, frutto di un’epoca violenta che dovremmo lasciarci alle spalle - aveva spiegato Laura Tagliaferri, consigliere del Partito democratico -. Non mi sembra che da parte di Fratelli d’Italia ci sia la volontà di superare certe contrapposizioni del passato: le celebrazioni che vengono fatte ogni anno sulla tomba di Ramelli sono commemorazioni di stampo neofascista».

Ora anche il comitato provinciale di Anpi (Associazione nazionale partigiani d’Italia) è intervenuta per avanzare una proposta alternativa: «Non intendiamo certo riaprire una querelle sul merito della vicenda, poiché è sicuramente inaccettabile l’uso della violenza nel conflitto politico. Ramelli però non è stata l’unica vittima nel corso delle vicende drammatiche che sono occorse in quegli anni. È per motivi di schieramento politico che la maggioranza si ferma a Ramelli? Il dubbio sorge di fronte al fatto che i proponenti dell’intitolazione non hanno fatto cenno alcuno alle altre vittime».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.