Tre arresti per gli attacchi incendiari: a San Giuliano l’ombra del “racket”
Arresti per gli incendi dolosi ed estorsione a San Giuliano nelle immagini diffuse dai carabinieri

Tre arresti per gli attacchi incendiari: a San Giuliano l’ombra del “racket”

Il rogo era avvenuto alla Luce immobiliare, eseguite le ordinanze di custodia cautelare del giudice

I carabinieri hanno arrestato i responsabili dell’attentato incendiario alla Luce Immobiliare di San Giuliano. Questa mattina è stata data esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lodi, nei confronti di tre persone accusate di tentata estorsione ed incendio in concorso.

I fermi sono avvenuti a San Giuliano Milanese, a Busto Arsizio ed Occhiobello (Rovigo) dai militari della compagnia di San Donato Milanese, coadiuvati da militari della compagnia di Castelmassa (Rovigo) e della Compagnia Carabinieri di Busto Arsizio, con il supporto della compagnia di intervento operativo del 3° reggimento “Lombardia”.

I locali dati alle fiamme all’interno dell’immobiliare

Le indagini, avviate nel marzo del 2019 a seguito di tre atti incendiari ai danni del gruppo “Luce Immobiliare”, hanno permesso di accertare l’esistenza di un’organizzazione criminale attiva nella zona di San Giuliano Milanese e nel sud di Milano, composta da "adepti” degli ambienti vicini alla criminalità organizzata di tipo mafioso dediti al racket ed autori degli attentati incendiari con finalità estorsive.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.