Via le buche dalle provinciali: 3,5 milioni per i nuovi asfalti
La Provincia di Lodi annuncia una serie di interventi per sistemare le strade

Via le buche dalle provinciali: 3,5 milioni per i nuovi asfalti

Il presidente di palazzo San Cristoforo Passerini annuncia un massiccio piano di interventi

Pioggia di interventi sulle strade provinciali lodigiane. Palazzo San Cristoforo infatti per il 2020 ha predisposto un massiccio piano d’intervento che andrà a toccare tutte quelle direttrici pesantemente ammalorate, mettendo sul piatto, tra fondi propri, ministeriali, regionali e ottenuti grazie alla convenzione con Ital Gas Storage, una cifra che tocca i 3 milioni e 500mila euro.

«Appena abbiamo riequilibrato e risanato il bilancio siamo andati ad intervenire su settori delicati come la rete viaria e l’edilizia scolastica – spiega il presidente Francesco Passerini -. Per quanto riguarda le strade, l’obiettivo è quello di dare ai cittadini una rete dignitosa, in linea alle loro attese. Parliamo di interventi straordinari. L’obiettivo è semplice, andare a risanare i tratti pesantemente ammalorati per far sì che poi nel corso degli anni la situazione venga gestita seguendo l’ordinarietà. Se vogliamo che alcuni importanti filoni del nostro territorio vengano valorizzati a pieno, prima di tutto bisogna intervenire sulle infrastrutture migliorandole e rendendole maggiormente fruibili».

Già tra febbraio e marzo, tempo permettendo sono pronti i primi lavori sulla Sp 107 a San Martino in Strada e Ossago, sulla Sp 158 nella frazione di Cassino in territorio di Mulazzano, tra Graffignana e Sant’Angelo sulla Sp 19 e la Sp 10 tra Motta Vigana e Casoni per poi toccare la Bassa con gli interventi sulla Sp 20 a Fombio, Sp 116 a Caselle Landi e sul cavalcavia autostradale della Sp 126 a Somaglia.

C’è un’opera infine attesa da anni e che finalmente troverà compimento, la riqualificazione della Sp 235 nel tratto comunemente noto come Lodi-casello autostradale che impegnerà più di 600 mila euro: una strada densamente trafficata su cui gli automobilisti chiedevano un deciso intervento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.