Fulminato da un malore nella piazzola ecologica, addio allo storico stradino di Cavenago
Lanzani, a sinistra, quando fu premiato dal Comune

Fulminato da un malore nella piazzola ecologica, addio allo storico stradino di Cavenago

Oggi verso le 14 Pino Lanzani si è accasciato all’improvviso, i soccorritori non sono riusciti a rianimarlo

Cavenago d’Adda

Si è spento oggi all’improvviso lo storico stradino di Cavenago d’Adda Giuseppe Lanzani, 71 anni. Era in pensione dal 2002 ma continuava a darsi da fare con i suoi hobby. Un malore improvviso lo ha colpito attorno alle 14, mentre si trovava nella piazzola ecologica di Cavenago. Aveva lavorato per il Comune per vent’anni.

«Il suo impegno nel lavoro e la sua generosità erano impareggiabili - lo ricorda l’ex sindaco di Cavenago Ferruccio Pallavera -. Era una colonna per il Comune, quando nevicava tanto, ad esempio, a ogni ora del giorno e della notte era pronto a scattare e organizzava con perfetta efficienza la pulizia di tutte le strade, fino all’ultima cascina».

Quando uno degli addetti della piazzola lo ha visto accasciarsi al suolo, ha dato subito l’allarme al numero unico di emergenza “112” e sono intervenuti l’automedica con il rianimatore a bordo e un’ambulanza della Croce Rossa di Lodi. Ma dopo diverse decine di minuti i soccorritori si sono dovuti arrendere all’arresto cardiaco, dovuto forse a un infarto. Sul posto anche i carabinieri per accertare l’accaduto.

Lanzani lascia la moglie, una figlia e un figlio, che lavora nel mondo delle emergenze e che ha prestato soccorso anche in occasione di recenti terremoti, ereditando la laboriosità e la generosità del padre.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola giovedì 23 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.