«Mi hanno rapinato in stazione a Codogno», 52enne preso a pugni in faccia
Controlli dei carabinieri a Codogno

«Mi hanno rapinato in stazione a Codogno», 52enne preso a pugni in faccia

Al vaglio dei carabinieri il racconto dell’uomo, soccorso sabato sera con la mandibola rotta

Codogno

Cinquantaduenne rapinato davanti alla stazione di Codogno sabato notte. S’indaga sull’aggressione avvenuta in piazza Cadorna intorno alla mezzanotte di sabato, quando un 52enne italiano residente a Milano, con precedenti di polizia e problemi di tossicodipendenza, è arrivato in stazione con un treno in partenza dal capoluogo per incontrare qualcuno cui a suo dire doveva vendere un computer, ma l’appuntamento si sarebbe trasformato in un agguato. Dalla ricostruzione dei fatti l’uomo viaggiava in compagnia di un amico di origini marocchine, i due sono scesi dal treno e appena giunti nel piazzale antistante la stazione sono stati raggiunti da altri due stranieri che l’hanno colpito con un pugno in faccia, strappandogli lo zaino con dentro il costoso pc e dandosi alla fuga.

Il 52enne, è rovinato a terra tramortito, quindi sul posto sono accorsi i soccorritori del 118 e i carabinieri della compagnia di Codogno, e il ferito è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale cittadino. Il pugno gli ha procurato la frattura della mandibola.

Una volta ripresosi, i militari hanno ascoltato il 52enne per ricostruire la dinamica dell’accaduto, avviando subito accertamenti. Molti sono i punti da chiarire. In primis se la vittima dell’aggressione conoscesse o meno i suoi aguzzini. Se l’amico abbia avuto un ruolo nell’agguato e se davvero i due erano venuti a Codogno per vendere un computer o per cosa altro. A sollevare più di un sospetto è l’orario fissato per la “compravendita”: perché mai nel cuore della notte?

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola lunedì 20 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.