Santa Chiara, tutto rinviato per il compenso a Sancilio
La foto pubblicata sul Facebook da Lorenzo Maggi dopo il vertice politico di sabato sul “caso” Santa Chiara

Santa Chiara, tutto rinviato per il compenso a Sancilio

Il cda decide di chiedere un parere terzo sul delicato caso politico

Indennità al presidente di Santa Chiara Corrado Sancilio, decisione rinviata. In attesa di un parere terzo (al ministero o alla corte dei conti, visto che quello chiesto agli avvocati ha prodotto pareri contrastanti). Questo è quanto, secondo indiscrezioni, sarebbe trapelato dall’incontro politico di sabato, che ha preceduto il consiglio di amministrazione di lunedì, iniziato intorno alle 19.30 e finito in tarda serata. Claudio Bariselli e il sindaco Sara Casanova della Lega, Gianmario Invernizzi di Fratelli d’Italia, Lorenzo Maggi per la coalizione civica ed esponenti di Forza Italia si sono riuniti e hanno deciso di chiedere un parere a un’autorità superiore.

Dopo le polemiche degli ultimi giorni e le contestazioni dell’opposizione in Broletto, il presidente della fondazione passa al contrattacco: «Il cda non è mai stato bloccato, di compensi al presidente non se n’è mai parlato, il bilancio di previsione congiuntamente alla relazione accompagnatoria è già stato oggetto di massimo approfondimento tra i consiglieri grazie all’esaustiva opera informativa dei responsabili degli uffici amministrativi e del direttore generale».

Sancilio si rivolge direttamente al consiglio comunale di Lodi, organo da cui provengono le nomine del cda della fondazione, con designazione da parte del sindaco: «Mi sento di tranquillizzare i consiglieri comunali tutti, siano essi di maggioranza e opposizione a cui va tutto il mio rispetto per il ruolo e le funzioni che ricoprono – sottolinea Sancilio - nel sostenere che il consiglio di amministrazione sta lavorando nell’interesse primario degli ospiti e nell’interesse generale del tessuto sociale». E infine riconosce: «Il problema di fondo è capire se la fondazione Santa Chiara sia un ente pubblico o privato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.