Tavazzano, imbrattato ancora il muro della scuola
Ancora scritte sui muri della scuola media

Tavazzano, imbrattato ancora il muro della scuola

Il sindaco: «È una sfida al mondo delle istituzioni»

Dal primo episodio sono passati poco giorni. Di nuovo imbrattata la facciata esterna della scuola media a Tavazzano con Villavesco. L’amara scoperta, lunedì mattina, quando il personale si è reso conto del nuovo sfregio al muro e l’ha immediatamente coperto utilizzando fogli di carta, posizionati in modo da non rendere leggibili le parole vergate sul muro. Nel primo episodio, a farne la spese, era stato un insegnante dell’Istituto Federico Fellini di Tavazzano e di riflesso anche la compagna, sempre docente nella stessa scuola. E le parole contenenti gravi insulti erano anche rimbalzate sui cellulari, con le immagini delle scritte veicolati tramite whatsapp.

«Questo nuovo episodio per noi è una sfida non solo al mondo della scuola, ma anche alle istituzioni tutte, dall’amministrazione alle forze dell’ordine - sottolinea il primo cittadino, Francesco Morosini - e questo perché la struttura è pubblica e comunale e questo sfregio si configura come un danno alla collettività. La carta è stata tolta e abbiamo subito provveduto a riverniciare in grigio per coprire le scritte di insulti. Sono coinvolti i carabinieri e la polizia locale e l’eventuale denuncia querela delle persone coinvolte potrà attivare nuove possibilità di indagine. Senza elementi certi, non si possono ipotizzare responsabilità».

L’amministrazione aveva anche lanciato l’ipotesi di far ripristinare ai ragazzi la facciata in un evento di sensibilizzazione. «Nel consiglio di istituto sono state fatte una serie di riflessioni importanti su quella che è la migliore modalità d’intervento - spiega Morosini - anche perché qui si configurano tre partite, ovvero il danno alla struttura, il danno di calunnia nei confronti delle due persone e le ricadute social, con la diffusione delle immagini delle scritte».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.