Viabilità«Oggi ci sono le premesse per un imminente insediamento dei cantieri»
La rotonda della Faustina è ancora in attesa dei lavori che risolvano l’annoso problema del traffico intenso

Rotonda alla Faustina, entro marzo lavori finiti

Lodi, parla il ministro Guerini: «Oggi ci sono le premesse per un imminente insediamento dei cantieri»

A marzo arriva la nuova rotonda della Faustina. Ad annunciarlo è il ministro della difesa, il lodigiano Lorenzo Guerini (Pd), che ha avuto la rassicurazione dal ministro dei trasporti Paola De Micheli. Tre giorni fa era stato il senatore leghista Luigi Augussori a contestare: «Presenterò una interrogazione al ministro per chiedere chiarimenti sui tempi di realizzazione», aveva detto polemizzando.

«Sulla situazione dell’intervento di messa in sicurezza dello svincolo della Faustina - commenta Guerini - ho avuto recentemente occasione di consultare il ministro delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli. Quest’ultima mi ha fornito un quadro aggiornato dello stato di avanzamento delle procedure svolte da Anas per giungere alla definitiva consegna dei lavori all’impresa che si è aggiudicata l’incarico e al successivo insediamento operativo del cantiere. Sotto questo profilo, il ministro mi ha informato che l’impresa che aveva vinto la gara d’appalto con un’offerta caratterizzata da un significativo ribasso ha successivamente vissuto una fase di difficoltà organizzativa, che ha avuto riflessi anche sulla sua operatività, determinando un ritardo rispetto alle iniziali previsioni di avvio dei lavori».

Ad oggi, continua il ministro ed ex sindaco di Lodi e presidente della Provincia, «la situazione appare tuttavia migliorata. I costanti contatti tra Anas ed impresa - precisa Guerini - hanno consentito di porre le premesse per un imminente inizio dell’intervento, che stando alle indicazioni fornite dalla stessa Anas al ministro, dovrebbe poi concludersi entro il mese di marzo». Per Lorenzo Guerini si tratta, ovviamente, «di aggiornamenti positivi. Sugli sviluppi dovrà essere mantenuta una opportuna attenzione, portando al contempo avanti riflessioni e valutazioni su quali possano essere le iniziative più efficaci e praticabili per programmare, in una prospettiva il più possibile certa, la riqualificazione completa di questo cruciale nodo viabilistico, la cui risoluzione è stata già segnalata al ministro come una delle priorità infrastrutturali del Lodigiano, in occasione di un incontro lo scorso novembre».

A questo proposito, riflette il ministro, «è nota la mia proposta di valutare di destinare alla Faustina parte delle risorse derivanti dai ribassi della gara d’appalto da oltre 100 milioni di euro per la variante di Casale della Statale 9 Emilia. Qualsiasi ulteriore opzione - annota - merita di essere esaminata, se basata su presupposti validi e concreti, con la collaborazione di chiunque possa portare un contributo per il raggiungimento di un obiettivo importante e da tutti condiviso».

Federico Gaudenzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.