La spesa arriva in bicicletta, per gli anziani è una “medicina”
Francesco e Stefano Bettinaldi, padre e figlio, in sella alle biciclette

Melegnano, i salumieri che “custodiscono” gli anziani

Francesco e Stefano Bettinaldi, titolari di una gastronomia, non si limitano a portare la spesa a casa dei loro clienti soli

Francesco e Stefano Bettinaldi, padre e figlio, gestiscono una gastronomia a metà di via Zuavi nel pieno centro abitato di Melegnano. Ogni giorno in sella alla bicicletta portano la spesa agli anziani, ai disabili e ai melegnanesi soli. Una “missione” che compiono gratuitamente, per il piacere di intrattenere per qualche minuto persone che non hanno occasione di molti contatti umani e che li accolgono sempre con un sorriso.

«Complessivamente serviamo a domicilio una ventina di clienti sia nella nostra zona sia nei vari quartieri di Melegnano - raccontano il 58enne Francesco e il 25enne Stefano -: sono soprattutto over 80 che incontrano non poche difficoltà a lasciare la propria abitazione, per gran parte della giornata non hanno la compagnia di nessuno. Non appena suoniamo il campanello e sentono la nostra voce, si aprono in un gran sorriso e ci accolgono a braccia aperte. È proprio questa la ricompensa più grande per il nostro servizio, che è ovviamente gratuito senza alcun costo a carico dei clienti».

Sempre affabili e con una parola buona per tutti, i Bettinaldi sono insomma diventati una sorta di mascotte per i melegnanesi impossibiliti a lasciare le proprie abitazioni. «Dopo averci accolto sulla porta di casa, gli anziani ci ospitano con grande calore, scambiamo qualche battuta in allegra compagnia - continuano il padre e il figlio dal cuore d’oro -. Quando ci salutiamo dandoci appuntamento per l’indomani, non vogliono mai che ce ne andiamo: ormai è diventata una simpatica abitudine a cui non rinunceremmo per nulla al mondo».

Anche in questi giorni d’inverno, quando pure fa un gran freddo, capita di vederli sfrecciare con il grembiule bianco per i diversi quartieri di Melegnano in sella alla bicicletta e carichi della spesa da portare ai melegnanesi soli. «Ho iniziato una trentina d’anni fa non appena ho aperto la bottega a metà di via Zuavi - racconta ancora papà Francesco scavando nei ricordi del passato -: a causa di qualche indisposizione, talvolta capitava che non riuscissi ad andare. A quel punto arrivava puntuale la telefonata degli amici-clienti. “Ma Francesco cosa è successo? Come mai non sei venuto?”, mi chiedevano tanto sorpresi quanto spaventati. Da quando c’è Stefano, invece, non manchiamo mai l’appuntamento con gli over 80 di Melegnano: tutto questo grazie anche a mia moglie Giusy, che attende paziente il nostro ritorno servendo i clienti nella bottega in via Zuavi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.