San Donato, ubriaca di mattina: 39enne semina il panico in auto
I controlli della polizia locale a San Donato

San Donato, ubriaca di mattina: 39enne semina il panico in auto

Nel sangue aveva un tasso alcolico quasi sei volte superiore al consentito, per lei una denuncia e mezzo sequestrato

Semina il panico tra la gente guidando ubriaca. Nel sangue aveva un tasso alcolico quasi sei volte superiore al consentito. Al volante una donna, che nella mattinata di mercoledì ha bloccato la via Monte Bianco a San Donato e poi ha quasi investito un pedone, scavalcando con la sua auto il marciapiede.

Fortunatamente non è successo il peggio, ma solo grazie all’intervento provvidenziale di un cittadino e di un ausiliario della sosta, che si sono accorti del pericolo e sono riusciti a fermare l’automobilista, togliendole le chiavi fino all’arrivo della polizia locale.

La donna - una 39enne di San Giuliano - è stata denunciata per guida in stato di ebbrezza e poi trasportata in ospedale per le cure mediche e gli esami di rito. Nel fuggi fuggi generale in via Monte Bianco, un cittadino si è invece fatto avanti e, insieme a un ausiliario della sosta ha tentato di bloccare la signora, che ha iniziato una serie di manovre pericolose sulla strada con la sua Fiat Punto. I due sono andati dalla donna e hanno cercato di farla scendere, in quanto non era in condizioni di guidare. Lei urlava, pronunciava parole apparentemente senza senso e non riuscendo a convincerla a rinunciare alla guida, le hanno sottratto le chiavi in attesa dell’arrivo della polizia locale che era stata precedentemente avvisata e nel giro di breve ha raggiunto il luogo indicato con due pattuglie.

L’etilometro ha confermato che la donna aveva bevuto troppo, più di cinque volte oltre il limite consentito (al primo controllo aveva un livello di alcol nel sangue di 2,80 grammi per litro e al secondo di 2,60).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.