San Donato, stangata sulla sosta: un aumento di 240 euro
La protesta dello scorso annoArchivio

San Donato, stangata sulla sosta: un aumento di 240 euro

Nonostante la rivolta dei mesi scorsi contro le strisce blu il Comune persevera: nuove regole dall’1 gennaio. La paura: «Chi tiene in strada due auto pagherà 480 euro l’anno»

Giulia Cerboni

San Donato

«Per noi domiciliati nelle zone con le strisce blu che siamo in possesso di due auto il costo del pass nel 2020 è passato senza preavviso da 60 euro a 480 euro annui: questa è una sperequazione assurda da parte del Comune». Parla per esperienza diretta l’ex consigliere di Forza Italia Alessandro Fava, che spiega: «Per i domiciliati, come per i residenti, fino a fine dicembre il pass per la prima auto era gratuito, mentre per la seconda il costo era di 60 euro. Con il nuovo provvedimento, che è stato deliberato dalla giunta a fine dicembre, per la prima auto si paga 240 euro e altrettanti per la seconda, sempre che ce lo concedano. Si tratta di un pesantissimo balzello che è stato introdotto senza alcuna comunicazione».

La doccia fredda, lamenta l’esponente forzista, per lui è arrivata il 27 dicembre quando si è recato presso l’apposito sportello del municipio per il rinnovo del pass e l’operatore gli ha detto che le pratiche erano sospese in attesa di alcune modifiche «È un rincaro - sottolinea -, che va a penalizzare tutti i domiciliati provenenti da altre città d’Italia che si trovano a San Donato per lavoro e che non tiene nemmeno conto di una serie di aspetti. Ad esempio io vivo nell’appartamento di mia mamma che ha sempre pagato l’Imu e che non avendo la patente non ha mai usufruito dei pass».

E conclude: «Siamo davanti a una misura vessatoria che è stata introdotta esclusivamente per fare quadrare i conti con l’operatore che gestisce il piano sosta il quale ha introitato meno risorse rispetto a quanto ipotizzato nei calcoli iniziali».

Leggi l’approfondimento e la risposta del Comune sul Cittadino di Lodi in edicola il 7 gennaio

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.