Al Comune 242mila euro con gli espropri dell’Anas
Il rendering della nuova tangenziale: il 2020 potrebbe essere l’anno buono

Al Comune di Casale 242mila euro con gli espropri dell’Anas

L’intesa sulla nuova tangenziale prevede anche lo scambio di terreni

Circa 20mila metri quadrati di terreno scambiati tra Comune e Anas, e 242mila euro in arrivo. Il consiglio comunale di Casale ha approvato l’operazione per la cessione delle aree ad Anas nell’ambito della prossima costruzione della tangenziale. Ma i ritardi nell’aggiudicazione dell’appalto creano qualche disagio.

Degli espropri per la tangenziale, l’ultimo passaggio mancante riguarda le aree di proprietà comunale necessarie al passaggio della variante della via Emilia e all’insediamento del cantiere. Per i terreni necessari alle attività di cantiere, è prevista una semplice convenzione con Anas per l’occupazione del suolo relativamente ai tempi di costruzione, dopodiché torneranno al Comune.

Accanto a questi passaggi di proprietà, inoltre, Anas riconosce al Comune di Casale la somma di 242mila euro per gli espropri. «È una somma importante che entra nelle casse del Comune e che sarà investita nelle manutenzioni stradali – ha commentato il sindaco di Casale Elia Delmiglio -. Ho incontrato anche il Comitato della tangenziale per i possibili ritardi nell’avvio del cantiere, ma siamo tranquilli e certi che il 2020 sarà l’anno dell’avvio dei lavori».

I ritardi però nell’aggiudicazione definitiva non lasciano del tutto tranquilli: prevista per metà ottobre, ora sembra slittata a gennaio o febbraio. «Non sono possibili ritardi, ma troppi ritardi, e il dubbio a questo punto è che ci sia un ricorso contro l’aggiudicazione – ha dichiarato l’ex sindaco Gianfranco Concordati -. Non è sufficiente essere arrivati a conclusione del procedimento, bisogna che il Comune vigili e incalzi Anas per chiudere la partita e vedere l’avvio del cantiere il prima possibile».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.