Un weekend nero per furti e truffa
Una 85enne di Casale è l’ultima vittima dei truffatori senza scrupoli

Un weekend nero per furti e truffa

Un’anziana di Casale cade nel raggiro dei finti carabinieri che le sottraggono la pensione, due furti in casa a Maleo

Raffica di furti nella Bassa nel weekend. E un’anziana di Casale cade nella truffa di finti carabinieri: in fumo i soldi della pensione. Il fatto è avvenuto domenica intorno alle 20 quando l’85enne, residente in via Ugo Foscolo, ha ricevuto la visita di sconosciuti che indossavano una divisa simile a quella dei carabinieri e spacciandosi come tali hanno raccontato alla donna di essere all’inseguimento dei ladri che avevano appena colpito lì vicino. La solita scusa per convincerla a mettere in salvo i soldi della pensione e i monili in oro che aveva in casa, e che anche questa volta ha funzionato. Credendo nella loro buona fede, la pensionata infatti è subito corsa a prenderli, e i complici non hanno esitato ad arraffare soldi e oggetti in oro, per poi andarsene in fretta e furia. Rimasta sola, l’anziana ha realizzato di essere stata truffata ed ha allertato i carabinieri che sono subito accorsi sul posto, ma dei malviventi non c’era traccia. Nella giornata di domenica la truffa andata a segno a Casale non è però il solo episodio di microcriminalità registrato nella Bassa. A Maleo due abitazioni sono state prese di mira dai ladri, che approfittando dell’assenza dei proprietari si sono introdotti all’interno e hanno avuto il tempo per buttare all’aria tutte le stanze e trovare quello che cercavano.

Anche in questo caso monili in oro e denaro in contante. I furti sono avvenuti nella zona di via Corazza e via Corazzina e con ogni probabilità sono opera degli stessi autori. Più improbabile è che i topi d’appartamento abbiano poi colpito a Casale, essendo diverso il modus operandi, ma non lo si può escludere a priori. I carabinieri hanno eseguito i rilievi nelle tre abitazioni e al momento sono in corso accertamenti per risalire alla banda (o alle bande qualora si tratti di episodi non collegati). L’impennarsi dei furti in appartamento non fa che confermare un trend che si registra ogni anno con l’approssimarsi del Natale, quando statisticamente le scorribande aumentano, per poi subire un calo nei primi mesi dell’anno che va a iniziare.

In linea generale il numero di episodi di microcriminalità registrati nella Bassa nell’ultimo anno è comunque nettamente ridotto rispetto ad annate passate da bollino nero. Un dato confortante, legato anche alla campagna d’informazione portata avanti delle stesse forze dell’ordine con incontri pubblici in tutti i Comuni per fare prevenzione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.