La Croce Bianca di Sant’Angelo festeggia i suoi primi 45 anni
La parata dei militiRonsivalle

La Croce Bianca di Sant’Angelo festeggia i suoi primi 45 anni

Grande partecipazione di militi e cittadini e anche l’inaugurazione della nuova ambulanza domenica per la storica e preziosa associazione di volontariato

Sant’Angelo

Una nuova ambulanza per far fronte a richieste sempre più crescenti: la Croce Bianca di Sant’Angelo Lodigiano celebra i 45 anni di attività ampliando i mezzi a sua disposizione. La Festa del Milite 2019, che si è svolta domenica, è iniziata alle 9.45 con il ritrovo presso la sede della sezione locale della Croce Bianca - sita presso l’ospedale Delmati - per un piccolo rinfresco: alle 10.30 i partecipanti si sono mossi in corteo verso la Basilica dei Santi. Francesca Cabrini e Antonio Abate, accompagnati dal corso bandistico “Santa Cecilia” di Sant’Angelo. Una volta giunti in chiesa, il parroco monsignor Ermanno Livraghi ha presieduto la celebrazione eucaristica, ricordando nell’omelia l’alto valore dell’impegno della Croce Bianca: «I volontari sono vicini a chi si trova nella difficoltà, come il buon samaritano, solamente per la soddisfazione di aver detto sì al Signore e di assistere gli altri. Tutti i vostri interventi, tutti i vostri atti di bontà, saranno scritti insieme ai vostri nomi in Paradiso».

Giuseppe Carlin, uno dei fondatori della Croce Bianca di Sant’Angelo, ha portato la sua testimonianza di vita: «Oggi rinnoviamo il nostro giuramento: ci impegniamo a trovare un senso alla vita, a ricercare il volto di Cristo nel fratello sofferente. Ci affidiamo al volto di Maria e per lei ci impegniamo perpetuamente». Alla Messa è seguita la benedizione dell’ambulanza, un mezzo che rappresenta un toccasana per la Croce Bianca

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.