Scuole colabrodo a Lodi, Coppi ha scritto ai presidi
Gli spazi della scuola elementare Arcobaleno dell’istituto comprensivo Lodi 3 coinvolti dalle infiltrazioni di pioggia

Scuole “colabrodo” a Lodi, Coppi ha scritto ai presidi

Il provveditore ha chiesto l’elenco delle problematiche

Scuole “colabrodo”, il provveditore scrive ai presidi. Il 29 novembre, il dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Yuri Coppi ha mandato una lettera a tutti i dirigenti del Lodigiano. Nella sua missiva, il provveditore esorta i suoi dirigenti a stilare con urgenza, entro il 5 dicembre, l’elenco dei problemi presenti nelle loro scuole.

La lettera di Coppi arriva all’indomani dell’ultima riunione del comitato provinciale ordine e sicurezza pubblica, tenutosi il 26 novembre, in prefettura. L’obiettivo è avere un quadro dettagliato della sicurezza delle scuole del Lodigiano. Il provveditore ha chiesto ai dirigenti di indicare ogni problematica presente, dalle infiltrazioni di pioggia nelle classi, alla presenza di foglie e rami che intasano i pluviali, dalla presenza di amianto, alle cattive condizioni di infissi e serrature, al malfunzionamento dei servizi igienici.

Il provveditore chiede ai suoi dirigenti di indicare anche l’ordine della priorità degli interventi da eseguire.

L’Sos scuole, nel territorio, è partito in seguito alle infiltrazioni d’acqua dei forti temporali dei giorni scorsi. A sollevare la problematica, in modo particolare, sono stati i genitori della scuola elementare Arcobaleno, uno degli edifici più colpiti, insieme all’Archinti e alla media Spezzaferri.

«Le criticità - commenta il dirigente del comprensivo Lodi Demetrio Caccamo - sono legate alla concomitanza tra la caduta delle foglie e il maltempo. I pluviali non ce l’hanno fatta a far defluire l’acqua. Io ho già scritto ai referenti di plesso di stendere l’elenco dei problemi da segnalare pii al provveditorato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.