Lodi, carta clonata per il rifornimento: i carabinieri denunciano due moldavi
Posto di controllo dei carabinieri

Lodi, carta clonata per il rifornimento: i carabinieri denunciano due moldavi

Scoperti mentre stavano versando 700 litri di gasolio in una cisterna con una tessera falsificata

Facevano rifornimento di gasolio con una carta di credito clonata. Sono stati denunciati due stranieri di origine moldava, residenti nel Lodigiano, sottoposti a dei controlli dei carabinieri alla stazione di servizio AC OLI E GAS SOLUTIONS sulla via Emilia a Lodi.

Martedì stavano versando 700 libri di gasolio, per un valore commerciale di 1.000 euro, in una cisterna sistemata nell’abitacolo di un furgone Ford Transit, con targa e di proprietà rumena.

I militari, perplessi sulle modalità con cui i due stranieri stavano facendo il travaso del carburante, hanno richiesto di esibire il pagamento, ma si sono visti mostrare una carta di credito alterata perché priva di un qualsiasi logo aziendale o di altro parametro di autenticazione. Le immediate verifiche hanno consentito di scoprire che il mezzo elettronico di pagamento era, in realtà, un clone di una carta di credito valida, intestata a una ditta lituana proprietaria anche del furgone, che in quel momento si trovava in Germania, al quale la carta regolare era associata in quanto unico automezzo autorizzato a ricevere l’approvvigionamento del gasolio.

I carabinieri hanno restituito il carburante e la carta è stata messa sotto sequestro in attesa di depositarla presso l’ufficio corpi di reato della Procura della Repubblica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.