Operazione restyling nella zona industriale
Via Lever Gibbs è una delle strade nella zona industriale di Casale dove l’asfalto necessita di manutenzione

Operazione restyling nella zona industriale di Casale

Cominciato l’intervento sull’asfalto colabrodo di via Lever Gibbs

La zona industriale Lever si rifà il trucco per diventare più attraente e portare nuovi investimenti. Sono partiti i lavori di sistemazione dell’accesso alla zona industriale, finanziati dal bando regionale AttraACT per 100mila euro integrati per 30mila euro dall’amministrazione comunale. Il progetto risale allo scorso anno, ora è in avvio l’esecuzione delle opere stradali, per 35mila euro. Le altre risorse sono destinate ad altre azioni di innovazione tecnologica della burocrazia, miglioramento strutturale degli ambienti pubblici, contenimento della pressione fiscale rivolta in particolare ai nuovi insediamenti.

A occuparsi della parte stradale è la ditta De Fabiani di Cavenago, e questa sarà anche l’azione più visibile del progetto AttrACT. Ieri sono iniziati i lavori, anche se il meteo decisamente avverso ha consentito solo le operazioni preliminari di cantiere. Complessivamente saranno asfaltati 100 metri d’accesso alla zona industriale Lever dalla strada provinciale 22 Castiglionese. Via Lever Gibbs è particolarmente ammalorata, e la sua riqualificazione sarà anche un biglietto da visita nuovo per le imprese della zona. In primavera erano stati eseguiti lavori di scavo per la posa delle condotte del gas (200 metri residui per il vecchio accordo di vendita della Metanina) a servizio di via Miglioli, che ne era sprovvista.

Il tema del degrado della zona industriale è da anni al centro dell’agenda delle associazioni di categoria, che ne chiedevano la soluzione anche con l’implementazione di sistemi di videosorveglianza. Per ora arriva la riqualificazione del tratto d’accesso. Ma intanto il progetto complessivo va avanti. Dopo l’implementazione dei sistemi informatici dello Sportello unico delle attività produttive, in particolare con la possibilità del servizio “Impresa in un giorno”, è stato approvato il progetto definitivo per la sistemazione dell’accesso dell’Ufficio Tecnico con l’abbattimento delle barriere architettoniche. L’ingresso è posizionato su piano rialzato raggiungibile solo con una rampa di scale, l’intervento correttivo per 25mila euro cambierà volto all’accesso del servizio, con la rimozione della cancellata, la realizzazione di una rampa per disabili e il posizionamento di una piattaforma elevatrice. Una volta chiuse le opere, il progetto sarà concluso con la definizione di alcuni incentivi fiscali all’insediamento di nuove aziende, così come previsto dal bando. Le novità potrebbero arrivare col bilancio di previsione 2020.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.