L’eroe “normale”: salva una donna finita in acqua poi si allontana
Il sindaco di Paullo, Federico Lorenzini, con il 48enne Abdou Gaye

L’eroe “normale”: salva una donna finita in acqua poi si allontana

È accaduto a Paullo: “l’angelo custode” è stato rintracciato dalla polizia locale e ricevuto dal sindaco

Si butta nella roggia che costeggia la Paullese per salvare una donna finita fuori strada con la sua macchina e, dopo essersi assicurato che la sconosciuta stesse bene e che qualcuno avesse chiamato i soccorsi, si è allontanato come se il suo fosse stato un gesto normale. Lui è Abdou Gaye, 48 anni, originario del Senegal, da 16 anni in Italia, eroe per caso il 23 settembre a Paullo, convocato dal sindaco Federico Lorenzini per i dovuti ringraziamenti, a fronte del coraggio dimostrato.

«Non ho fatto niente di che», si schermisce “l’eroe timido prima di raccontare la vicenda, avvenuta mentre rincasava in bici dal turno di lavoro alla Central Shipping Agency di Settala: «Era dentro la macchina e allo sono entrato nella roggia – ha raccontato Abdou -: l’acqua era alta circa un metro e mezzo, mi arrivava fino all’ombelico. Aveva riempito la macchina anche se la ragazza aveva spaccato il finestrino ed era uscita dall’abitato. Io l’ho presa in braccio e l’ho portata a riva. Sanguinava in faccia, era un po’ confusa. Sono arrivate altre persone, allora ho chiesto di chiamare i soccorsi, perché il mio cellulare non andava».

Abdou in Italia vive da solo, a Comazzo. Moglie e figlia vivono alla periferia di Dakar, e il 48enne destina loro quasi tutto ciò che guadagna, al netto delle spese necessarie per vivere in Italia . «Vorrei farli venire qui con me, ho chiesto il ricongiungimento famigliare» ha raccontato al sindaco di Paullo e dal comandante della polizia locale Stefano Papalia. Il prossimo febbraio, gli scadrà il permesso di soggiorno, il cui rinnovo ha un costo di circa 200 euro. «Voglio solo rimanere in Italia» ha detto al sindaco di Paullo, chiedendogli aiuto. E per tutta risposta il primo cittadino si è impegnato a prendere contatti con il collega di Comazzo per fare il possibile per dare sostegno al senegalese eroe. Se lo merita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.