La Monsignor Quartieri “si fa in due”
Da sinistra Walter Pazzaia, Gianmaria Bellocchio, Paola Negrini, Isa Ottobelli e Laura Mareliati

La Monsignor Quartieri “si fa in due”

Presentata la mostra che animerà la stagione lodigiana fino al 19 gennaio

Lodi

“Di grafica e di colore” sarà da quest’anno il binomio titolatore delle mostre organizzate dall’associazione Monsignor Quartieri alla Sala Bipielle Arte: un segno di continuità tra le due proposte espositive che insieme ai numerosi eventi collaterali animeranno fino al 19 gennaio la stagione invernale lodigiana.

A presentare il programma, nella conferenza stampa di ieri introdotta da Paola Negrini in rappresentanza della Fondazione Banca Popolare che promuove l’evento, è stato il presidente della “Monsignor Quartieri”, Gianmaria Bellocchio, insieme al professor Walter Pazzaia, curatori entrambi della rassegna “Le stanze della grafica d’arte” in apertura il prossimo 9 novembre.

Al solo Pazzaia è affidata invece la curatela dell’antologia che prenderà avvio il 21 dicembre, un riconoscimento al pittore lodigiano Mario Ottobelli (1920-2001) a vent’anni dalla ricognizione promossa dalla stessa associazione alla ex chiesa di San Cristoforo e curata allora da Tino Gipponi.

Alcune opere di Mario Ottobelli nella casa-studio di via Biancardi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.