Fumata da un impianto della ditta farmaceutica, scatta l’allarme a Casaletto
L’intervento dei pompieri

Fumata da un impianto della ditta farmaceutica, scatta l’allarme a Casaletto

Un impianto per la depurazione dell’aria installato da pochi anni alla Olon si surriscalda, squadre dei vigili del fuoco al lavoro per tre ore. In posto anche sindaco e protezione civile

Casaletto Lodigiano

Paura questa mattina attorno alle 11 alla Olon di Mairano di Casaletto Lodigiano, storico stabilimento che produce materie prime farmaceutiche. Da uno dei camini è uscito all’improvviso del fumo, che secondo alcuni aveva anche un discreto odore di bruciato, e i responsabili dell’impianto hanno subito fermato la produzione e lanciato l’allarme ai vigili del fuoco, intervenuti con tre squadre, da Lodi e Sant’Angelo, e con le dotazioni per le emergenze nucleari, batteriologiche o chimiche. Sul posto anche il sindaco Nathalie Sitzia con i responsabili di protezione civile e ufficio tecnico. I rilievi dei vigili del fuoco hanno escluso il rilascio di sostanze pericolose. Un impianto installato nel 2016 per l’abbattimento delle emissioni in atmosfera e il recupero di vapori da alcune lavorazioni si sarebbe surriscaldato, senza sviluppare un vero e proprio incendio. I responsabili della Olon hanno già chiesto ragione dell’accaduto all’azienda che ha installato l’abbattitore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.