Lodigiana Maceri, rifiuti in eccesso scoperti dai droni

Lodigiana Maceri, rifiuti in eccesso scoperti dai droni

Il nuovo sistema di sorveglianza ha portato al blitz della scorsa settimana

Marudo

Droni e immagini satellitari hanno permesso di “spiare” i rifiuti in eccesso all’interno della Lodigiana Maceri, a Marudo. Da lì è scattato, la scorsa settimana, il blitz che ha portato al sequestro preventivo degli scarti in eccedenza da parte dei carabinieri della Forestale di Lodi. L’indagine ha avuto un contributo rilevante dal sistema Savager, il sistema di Sorveglianza Avanzata Gestione Rifiuti messo a punto da Arpa Lombardia e finanziato da Regione Lombardia.

In procura è stato aperto un fascicolo d’indagine per trattamento illecito di rifiuti. Al momento è fatto divieto alla società di ritirare ulteriori rifiuti, sia carta sia legno, e dunque l’impianto, anche se tecnicamente in funzione, è di fatto bloccato. L’attività potrà riprendere solo dopo aver presentato un piano di smaltimento delle eccedenze.

La Lodigiana Maceri ritira tra l’altro la carta proveniente dalla raccolta differenziata di diversi Comuni, anche del Lodigiano. A fronte del blocco delle attività, dunque, e fino a quando resterà in essere, i gestori dei servizi urbani sono costretti a soluzioni differenti, aumentando le proprie giacenze o provvedendo a conferire in altri impianti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.