Sul Lodigiano l’ombra di una nuova centrale elettrica
La simulazione della nuova centrale elettrica Sorgenia a turbogas nell’area ex Gulf

Sul Lodigiano l’ombra di una nuova centrale elettrica

A inizio ottobre la società Sorgenia ha presentato domanda al Ministero per un impianto a Bertonico

Andrea Bagatta

Bertonico

Una seconda centrale elettrica Sorgenia a turbogas nell’area ex Gulf, adiacente all’impianto entrato in marcia nel febbraio 2011. A inizio ottobre la società ha presentato al Ministero l’istanza per l’avvio del procedimento di Valutazione d’impatto ambientale, registrata a inizio settimana. La nuova centrale avrà una capacità di 330 MegaWatt (quella in funzione di 800 MegaWatt) assicurati da tre unità termoelettriche e sarà destinata all’esercizio in condizioni di richiesta di picco della rete elettrica. Nei documenti, si prevede un utilizzo di 500 ore annue.

Il nuovo impianto, se avrà le autorizzazioni necessarie, sorgerà nell’area subito vicina all’attuale centrale (in posizione frontale rispetto all’ingresso), completamente nel territorio di Bertonico, su una porzione di area dismessa Ex Gulf già destinata a produttivo.

L’area occupata sarà di 25mila metri quadrati, ed è stata scelta per ottimizzare le risorse e perché già adatta in virtù della «presenza di tutte le necessarie connessioni e tutti i servizi essenziali alla costruzione e all’esercizio dell’impianto, in particolare la connessione al sistema di trasporto di gas naturale e la connessione alla rete elettrica nazionale gestita da Terna», come si legge nella relazione di Sorgenia al ministero. La nuova centrale potrebbe infatti sfruttare tutti gli allacciamenti e le derivazioni già realizzati per la centrale in funzione. Il Comune di Turano (con cui Sorgenia ha avuto un lungo contenzioso sugli oneri da versare) è interessato solo dall’attraversamento del cavidotto interrato di connessione con la sottostazione elettrica già esistente. I tempi di realizzazione sono di due anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.