Senza sosta i furti notturni nelle scuole
Il distributore scardinato al Cesaris di Casale

Senza sosta i furti notturni nelle scuole

Doppio raid a Casale e a Tavazzano

Ancora furti nelle scuole. Nella Notte ignoti sono andati a segno all’istituto Cesaris di Casalpusterlengo e alle scuole elementari di Tavazzano, forzando due distributori automatici e razziando una cinquantina di euro. Ingente il danno al Cesaris, dove i ladri hanno completamente smantellato la macchinetta del caffè.

Sono decine e decine i furti nelle scuole lodigiane. È un bilancio molto pesante quello delle razzie negli edifici scolastici lodigiani, rimasti ormai senza alcuna difesa di fronte a queste incursioni. Anche in presenza di telecamere e allarme, come al Cazzulani, dove i ladri infatti hanno sempre agito indisturbati.

Distributori razziati dai ladri

All’inizio di agosto il “conteggio” era arrivato ad almeno 50 episodi, soprattutto fra Lodi, Casale e Codogno, ma i raid non si sono fermati e anzi sono proseguiti anche per tutto il mese di agosto, quando nel mirino sono finiti non solo i distributori automatici di caffè e merende, ma anche computer e altro materiale della scuola. È successo per esempio al Centro di formazione professionale di via Galileo Galilei a Casale lo scorso 5 agosto, quando avevano preso il volo ben dieci computer nella notte. Ed è successo poi allo Spezzaferri di Lodi. Altri furti sono avvenuti invece, nelle ultime settimane, al Calamandrei di Casale e al Novello di Codogno, agli istituti di Tavazzano e Maleo, alla Don Milani di Lodi e ieri al Cazzulani. Questi ultimi sempre con l’obiettivo delle macchinette.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.