Velocità eccessiva e guida distratta sono le principali cause di incidenti
Le persone ferite in incidenti stradali sono state 839 (foto d’archivio)

Meno morti, ma più incidenti: sulle strade lodigiane è sempre strage

Otto le vittime registrate nel 2018 dal rapporto Aci, ma gli schianti sono in aumento: oltre 800 i feriti

Meno vittime, ma più incidenti sulle strade del Lodigiano. I dati sulla sicurezza stradale in provincia nel 2018, pubblicati nei giorni scorsi dall’Aci, parlano di 507 schianti (+27 rispetto al 2017) con 8 vittime (contro le 11 dell’anno precedente) e ben 839 feriti.

La metà di tutti gli incidenti (e cinque di quelli mortali) sono avvenuti su strade rettilinee, dove spesso le auto tendono a correre oltre i limiti; 69 a un incrocio, 51 in rotatoria e 45 in curva. La tipologia di incidente più frequente è quella frontale-laterale, 208 casi, e il tamponamento, 142. Le cause, invece, oltre alla velocità (responsabile del 18 per cento degli incidenti), sono la guida distratta (19 per cento), il mancato rispetto dei cartelli stradali (18 per cento) e delle distanza di sicurezza (11,4 per cento).
Da sfatare infine il “mito” che pioggia e nebbia (e in generale condizioni meteo avverse) siano elementi di rischio: ben 422 incidenti su 507 (e sette decessi su otto) sono avvenuti infatti con tempo sereno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.