San Giuliano, incastrata la banda dei supermercati

San Giuliano, incastrata la banda dei supermercati

I malviventi sono stati pedinati da Crema e bloccati nel Sudmilano

Presa la banda dei supermercati. I ladri sono stati pedinati da Crema, dove avevano appena rubato capi d’abbigliamento per 10mila euro, fino a San Giuliano dove sono stati arrestati grazie all’intervento congiunto dei carabinieri di Crema e San Donato. Tre peruviani sono finiti in manette e la refurtiva, 150 vestiti di varie marche famose, è stata interamente recuperata e restituita.

I fatti sono avvenuti lo scorso venerdì, quando il terzetto aveva messo nel mirino un corriere che stava consegnando dei pacchi al centro commerciale Gran Rondò di Crema. Mentre il fattorino si trovava all’interno del punto vendita, i ladri hanno sganciato il telone del camion e trasferito alcuni colli all’interno della loro auto. Il tutto sotto gli occhi di una donna, che ha assistito alla scena e ha chiamato il numero unico di emergenza riferendo quello che aveva visto. Ai militari è apparso chiaro che non poteva trattarsi una normale attività lavorativa, perché il materiale veniva spostato dal camion alla macchina in assenza del corriere. Allora sono partiti in direzione del centro commerciale, ma la macchina dei tre sudamericani (una Citroen) si era già allontanata dal luogo indicato. È stata intercettata lungo la Paullese e seguita (a distanza visto il traffico intenso ed evitare dunque pericoli agli altri utenti della strada) fino alla provincia di Milano dall’unità radiomobile dei carabinieri di Crema. A quel punto, coordinandosi con i colleghi di San Donato, i militari hanno atteso il momento giusto per bloccare i ladri. I carabinieri di San Donato hanno sbarrato la strada all’altezza di Sesto Ulteriano, all’imbocco delle tangenziali, e qui finalmente è avvenuto il fermo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.