Dal Bassi un ponte con la Cina
Gemellaggio con la Cina per il Bassi di Lodi

Dal Bassi un ponte con la Cina

Continua il programma di gemellaggio con gli studenti lodigiani

Cristina Vercellone

Lodi

Dieci studenti e 3 professori da Shanghai a Lodi, per un progetto di scambio con gli studenti del Bassi. Il preside Francesco Terracina, invece, dopo aver accolto gli alunni stranieri all’aeroporto, ha preso il volo a sua volta, diretto in Cina, come aveva fatto il suo predecessore Corrado Sancilio.

«Il gemellaggio con gli studenti di Shanghai continua da 3 anni - spiega la docente di lingue Arianna Salvarani, impegnata in questo progetto con i colleghi Liu Jing e Raffaele Spelta - . Il 12 ottobre i ragazzi cinesi sono arrivati a Lodi e ripartiranno il 18. L’iniziativa rientra nel progetto “Un ponte con la Cina”. Il preside Terracina è rimasto sorpreso dal legame di amicizia che si è costruito in questi anni tra i nostri alunni di III L, indirizzo turistico, e i compagni cinesi. Quando si sono incontrati non sono mancati momenti di sincera commozione».

Oggi, lunedì 14 ottobre, i ragazzi hanno lavorato insieme al Bassi e hanno visitato la facoltà per geometri, poi sono stati accolti in comune dalla prima cittadina Sara Casanova, ricevendo in dono un libro sull’arte della città, e poi in prefettura. Domani, martedì 15 ottobre, visiteranno la Scala e la metropoli ambrosiana. Gli studenti lodigiani, che a scuola imparano il cinese, l’inglese e il tedesco, faranno anche da guida ai loro coetanei. Alla sera, nonostante le previsioni del tempo non siano favorevoli, è prevista una passeggiata con cena sui Navigli.

Il giorno dopo sarà dedicato ad uno scambio culturale al Bassi e poi alla visita del capoluogo lodigiano (saranno ricevuti anche dai giornalisti del «Cittadino», nella redazione di via Gorini). L’ultimo giorno, giovedì, invece, è previsto un incontro con l’arte dei violini, a Cremona. Venerdì le famiglie accompagneranno i ragazzi all’aeroporto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.