Il Bar Marino “assediato” in attesa del vincitore
I titolari del bar Marino, sotto in uno scorcio esterno (foto Gaudenzi)

Lodi, il Bar Marino “assediato” in attesa del vincitore

Si moltiplicano le visite di Tv e reporter ai titolari del locale dove è stata giocata la schedina da 209 milioni

C’è sorpresa nello sguardo di Sara Poggi: «Non sappiamo nulla della vincita, se sapremo qualcosa, sarà perché ci informano i giornalisti». La ragazza, figlia del titolare Guglielmo Poggi, è dietro il bancone del Bar Marino di Lodi, dove questa estate è stata giocata la schedina del SuperEnalotto che ha fruttato la vincita record di 209 milioni di euro.

Una vincita che, però, a quanto pare non è ancora stata ritirata: «Dopo la vincita di Lodi, sono stati vinti sessanta milioni a Parma – spiega Sara Poggi -. Lì, gli esercenti sono venuti a sapere del ritiro dai giornalisti. Qui, invece, i giornalisti vengono da noi per sapere, ma noi non possiamo avere certezze. In settimana sono venuti quelli di Sky, sono venuti quelli di LaSette, ma noi sappiamo solo una cosa: l’ultima data utile per il ritiro è il 12 novembre, a distanza di novanta giorni dalla vincita».

Il locale della maxi vincita

Sopra una certa cifra, infatti, la vincita viene ritirata direttamente alla Sisal di Milano o di Roma, e nessuno è tenuto a informare il bar: «Mi viene da sorridere quando qualcuno ci chiede se abbiamo diritto a una percentuale della vincita – racconta Guglielmo Poggi -. In realtà, nessuno è nemmeno tenuto a informarci».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.