Borgo Adda: «Cala il traffico e per i negozi è già allarme»
Via Borgo Adda, ancora polemiche

Borgo Adda: «Cala il traffico e per i negozi è già allarme»

Lodi, la denuncia in arrivo dall’Asvicom

Crolla il numero dei mezzi in transito in via Borgo Adda, con forte disagio per i negozianti. È quanto emerge dal monitoraggio dell’associazione di commercianti Asvicom, dopo la rivoluzione del traffico di fronte all’ospedale voluta dall’amministrazione Casanova.

«Nel confronto preventivo con l’amministrazione comunale - sottolinea il presidente dell’associazione, Vittorio Codeluppi - avevamo portato la testimonianza delle forti preoccupazioni degli operatori commerciali per il possibile impatto negativo delle misure di riorganizzazione della viabilità che erano allo studio». «Come noto, le perplessità - aggiunge - si concentravano soprattutto sull’inversione del senso di marcia nel primo tratto di via Borgo Adda, un cambiamento radicale che veniva considerato capace di stravolgere i delicati e consolidati equilibri su cui si basava l’identità commerciale di quest’area, ben sapendo come la componente abitudinaria incida sulle scelte dei consumatori».

La responsabile organizzativa di Asvicom, Federica Marzagalli ha poi illustrati i contenuti dello studio svolto: «Tutte le analisi sono accomunate da un elemento condiviso, che è la chiara constatazione di come l’inversione del senso di marcia nel primo tratto di via Borgo Adda, associata all’apertura a doppio senso di Largo Donatori del Sangue e all’immissione diretta in via Secondo Cremonesi provenendo da via Massena (e quindi dalla tangenziale est), abbia drasticamente ridotto i passaggi nella stessa via Borgo Adda, in particolare quasi azzerando i transiti in arrivo dalla tangenziale»,

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.