Ponte Giardino, passi avanti per l’operazione “sicurezza”
Nella foto, il cantiere del ponte Giardino, con diversi pilastri già sistemati

Melegnano, lavori avanti tutta sul ponte più “pericoloso”

Investimento da 300mila euro, Rfi ha già sistemato diversi piloni

Con l’intervento di consolidamento dei piloni ammalorati, continua a pieno ritmo la messa in sicurezza del ponte del Giardino, il cui costo complessivo è stimato in quasi 300mila euro. Il caso è quello del viadotto che collega Melegnano alla frazione cerrese di Riozzo, sul quale transitano quotidianamente centinaia di veicoli, le cui strutture sono da tempo ammalorate.

È nato da qui l’intervento di manutenzione straordinaria promosso da Rete ferroviaria italiana, a cui appartiene il ponte lungo oltre 130 metri, che in un primo tempo ha visto la completa pulizia della folta vegetazione sotto le campate tra i binari ferroviari e via Olmi nel cuore del quartiere Giardino.

L’intervento ha previsto il ripristino del calcestruzzo sui piloni in diversi punti del viadotto, sempre nel tratto compreso tra via Olmi e i binari della ferrovia. In estate si è poi proceduto a consolidare quattro piloni, che evidenziavano crepe e tratti di armatura in ferro scoperti.

Il sindaco Bertoli

Non a caso in questi anni i residenti di via Olmi, le cui abitazioni si trovano proprio sotto il viadotto ammalorato, hanno rilanciato sulla necessità della messa in sicurezza, su cui anche il sindaco Rodolfo Bertoli e l’assessore ai lavori pubblici Maria Luisa Ravarini hanno incalzato a più riprese le Ferrovie proprietarie del ponte nella periferia sud di Melegnano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.