Giocate per 115 milioni di euro, nove Comuni contro le “slot”
Oltre 115 milioni di euro “bruciati” in gioco d’azzardo nei 9 comuni sudmilanesi

Nove Comuni del Sudmilano contro il salasso delle “slot”

Progetto di Assemi contro le ludopatie: nei centri dell’area bruciati in un anno 115 milioni, 46 nella sola San Giuliano

Allarme ludopatia nel Sudmilano. Assemi coinvolge i “suoi” 9 Comuni in un progetto per limitare le ore di accesso alle slot machines che nel territorio bruciano circa 115 milioni di euro all’anno, 46 nella sola San Giuliano, capitale del gioco d’azzardo legale.

La proposta di Assemi riguarda principalmente l’individuazione di alcune fasce orarie protette nel corso delle quali i videopoker dovranno rigorosamente rimanere spenti. Interessati i Comuni di Carpiano, Colturano, Cerro al Lambro, Dresano, Melegnano, San Donato, San Giuliano, San Zenone e Vizzolo Predabissi.

Proprio da questi dati (tratti dal portale del gruppo Gedi e relativi all’anno 2016) parte la corsa ai ripari con un progetto targato Assemi per creare un unico fronte contro l’azzardo attraverso un regolamento che attualmente è al vaglio dei Comuni coinvolti - un’area dove nel complesso ogni anno vengono mandati in fumo oltre 115 milioni di euro - , che porrà degli stringenti paletti nei confronti dei gestori delle macchinette presenti in questa parte di hinterland a tutela delle fasce più deboli della cittadinanza.

La principale novità riguarderà l’individuazione di alcune fasce orarie protette nel corso delle quali i videopoker dovranno rigorosamente rimanere spenti. Si aggiungono poi altre misure, dedicate ad esempio alla formazione degli agenti della polizia locale, tese a fare rispettare i provvedimenti che entreranno in vigore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.