Lodi, rivoluzione per i servizi sociali: la tutela minori verso l’Asp Codogno
Lodi, l’ingresso del municipio

Lodi, rivoluzione per i servizi sociali: la tutela minori verso l’Asp Codogno

Dopo l’addio al Consorzio servizi alla persona, un piano per l’affido e l’assistenza dei piccoli in difficoltà

Il Broletto si prepara ad affidare la tutela minori all’Asp Basso Lodigiano di Codogno. Dopo l’addio al Consorzio servizi alla persona, è questa la soluzione in cantiere per l’amministrazione Casanova. Affido e assistenza dei piccoli sono l’aspetto più delicato nella “rivoluzione” delle politiche sociali voluta dal centrodestra in Comune a Lodi.

«Ci stiamo lavorando e nel corso delle prossime settimane vorremmo presentare in commissione il piano che abbiamo elaborato – spiega Giuseppe Corbellini, presidente della commissione welfare – come già annunciato l’idea è quella di mantenere per Lodi un ruolo di capofila sui servizi. Alcune attività, come l’assistenza educativa, puntiamo a gestirle attraverso delle procedure dirette del Comune, mentre per la parte della tutela minori si guarderà all’ipotesi di un’azienda speciale».

Di fatto quindi sarà una divisione dei servizi, che dovrà diventare operativa a partire dal gennaio 2020, dopo che nei mesi scorsi Lodi aveva voluto rompere con il Consorzio. La partita è davvero corposa dal punto di vista economico: l’impegno di spesa nel 2019 per le attività assegnate al Consorzio era pari a 4.618.570,51 euro.

La soluzione allo studio in Broletto è quella scegliere strade differenti per i servizi: è già stato affidato in appalto dal Comune la gestione di uno degli asili nido comunali, stesso discorso dovrebbe valere per l’assistenza educativa scolastica, il pre-post scuola e i trasporti. Per le altre attività sociali, si fa strada invece l’ipotesi di assegnare tutto all’Asp di Codogno (a cui partecipano amministrazioni targate Lega, tra cui Codogno e Borghetto).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.