Ex Consorzio, il piano di Esselunga: al via le indagini ambientali sull’area
Il rendering che mostra come si svilupperà il prossimo comparto commerciale, che verrà dotato di parcheggi

Rivoluzione Esselunga per ex Consorzio e stazione

Al via le indagini ambientali per il progetto del supermercato

Prime indagini ambientali all’ex Consorzio agrario. In via Abate Anelli cominciano le operazioni preliminari all’abbattimento degli edifici sui 27mila metri quadrati dell’area dismessa. A confermarlo ieri il Broletto, che dovrà valutare il progetto di un nuovo supermercato Esselunga. L’iniziativa è della società immobiliare Aep (Attività edilizie pavesi di Milano), che aveva acquisito il sito dismesso per la cifra di oltre 9 milioni di euro lo scorso marzo.

La media struttura di vendita si affaccerà su via Anelli e via Gandini, mentre ci saranno complessivamente al servizio del nuovo market 560 parcheggi (con uno spazio interrato per la sosta).

Dal punto di vista urbanistico il progetto si focalizza sulla realizzazione di un supermercato di alimentari, con superficie di vendita massima di 2.500 metri quadrati: è previsto il mantenimento della facciata dell’edificio esistente catalogato dal sistema Sirbec di Regione Lombardia.

Tra i servizi previsti anche un posteggio pubblico (68 stalli), che integrerà la dotazione di parcheggi per i pendolari, poi l’ampliamento del terminal bus per concentrare in un unico luogo il punto di arrivo e di partenza di tutte le linee extraurbane e degli spazi dedicati agli animali (un nuovo gattile attrezzato e il trasferimento dell’area per la sgambatura cani).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.