Caso mensa, i “ritardatari” corrono a mettersi in regola
Il nuovo regolamento comunale ha spinto le famiglie a mettersi in regola

Mensa scolastica, a San Giuliano la linea dura funziona

È corsa alla regolarizzazione: circa 150 le famiglie che hanno completato la procedura di iscrizione

Fine dell’elasticità nelle scuole di San Giuliano: i bambini che non sono regolarmente iscritti non possono fermarsi a mangiare in mensa. Così si è scatenata la corsa contro il tempo da parte di un gran numero di famiglie per iscrivere a termini ormai scaduti i loro bambini al servizio di refezione. Sono già 150 i genitori ritardatari che hanno compilato la procedura tra giovedì e ieri.

La linea dura del Comune peraltro dovrebbe anche contrastare il fenomeno dell’insoluto che in passato aveva causato dei buchi da centinaia di migliaia di euro nei conti pubblici. Sempre al fine di ripianare le pendenze lasciate dai sangiulianesi, questa volta hanno potuto iscrivere i bambini in mensa esclusivamente quei nuclei che negli ultimi anni non hanno maturato debiti nel settore della mensa mensa, nonché per i servizi di pre o post scuola e di trasporto scolastico.
Agli altri è stata data comunque data la possibilità di sanare le somme scoperte per poi procedere immediatamente con l’iscrizione.

L’assessore all’istruzione Maria Grazia Ravara spiega: «Le scuole stanno fornendo una grossa collaborazione effettuando puntuali controlli quotidiani e contattando le famiglie, mentre gli uffici del Comune, vista la situazione, hanno concesso massima flessibilità ad accogliere le iscrizioni oltre alla scadenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.