Ore 13.30, caos Cesaris: auto, pullman e alunni si “contendono” l’asfalto
Casale, il caos all’uscita dalle scuole lunedì mattina (Foto Tommasini)

Ore 13.30, caos a Casale: viabilità in tilt tra auto, pullman e alunni

La nostra giornalista al Cesaris, all’uscita di centinaia di ragazzi e docenti

Sara Gambarini

Anno scolastico nuovo, vecchi problemi. In viale Cadorna a Casale la convivenza fra studenti e traffico resta un nodo irrisolto. Con la ripresa delle lezioni (da lunedì orario pieno) i ragazzi in uscita dall’istituto superiore Cesaris sono tornati ad affollare, in massa, la zona. Fra loro ci sono gruppi diretti in stazione e che quindi hanno necessità di attraversare la via Emilia e altri che stazionano sui marciapiedi di viale Cadorna in attesa dei pullman.

In contemporanea le stesse arterie stradali sono interessate dal traffico di auto, furgoncini e pullman. Risultato? Studenti che si fanno largo fra i mezzi lungo la via Emilia e vetture che procedono a zig zag fra i ragazzi in viale Cadorna. In entrambi i casi le strisce pedonali non sono sufficienti.

Il suono della campanella porta subito la nostra attenzione sul cancello di uscita del Cesaris: in pochi secondi una fiumana di studenti si ammassa da un lato all’altro di viale Cadorna. «Stiamo aspettando il pullman per Dresano-Melegnano», ci riferiscono dei ragazzi. Dalla parte opposta, alcune ragazze attendono «la linea per Codogno», altri ancora sono diretti a Livraga-Sant’Angelo. Ma sui marciapiedi troviamo anche auto in sosta. Facile immaginare il caos che in pochi minuti si crea.

Leggi l’approfondimento sull’edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 17 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.