Muore dopo la rimozione dei calcoli, i medici s’interrogano sull’accaduto
Marina Dusi è deceduta giovedì a Crema, dopo il trasferimento da Lodi

Muore dopo la rimozione dei calcoli, inchiesta aperta in due ospedali

Complicazioni post operatorie hanno provocato la morte di Marina Dusi, 80 anni, di Meleti dopo il trasferimento da Lodi a Crema

Inchiesta congiunta degli ospedali di Lodi e Crema sulla morte di Marina Dusi, 80 anni, di Meleti, entrata in sala operatoria al Maggiore per l’eliminazione dei calcoli ai reni, e morta all’ospedale di Crema dove era stata trasferita per tentare di frenare tramite il ricorso alla radiologia interventistica l’emorragia manifestatasi in fase post operatoria.

Dopo l’operazione, mentre si trovava in sala risveglio, l’80enne ha incominciato a sanguinare. È stata riportata “sotto i ferri”: i dottori le hanno posizionato un nuovo stent e hanno deciso poi il trasporto a Crema in ambulanza per l’intervento di radiologia interventistica che è funzionale a fermare i sanguinamenti.

A Lodi, in questo momento, nonostante sia stato acquistato da poco l’angiografo, questa diagnostica non è possibile per la mancanza di un numero sufficiente di radiologi interventisti.

È ancora da chiarire nel dettaglio cosa sia successo a Crema. La donna ha perso molto sangue, è stata sottoposta all’operazione di chirurgia interventistica, è finita in terapia intensiva ed è andata incontro a complicanze che l’hanno portata alla morte.

«L’ospedale di Crema e quello di Lodi hanno concordato un audit congiunto - spiega il direttore sanitario dell’Asst di Lodi Gabriele Perotti -. Studieremo insieme il caso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.