Ben tre discariche a cielo aperto, così l’Adda finisce sotto indagine
In questa foto d’archivio tronchi ammassati al ponte di Bisnate

Discariche a cielo aperto, l’Adda sotto indagine

A Zelo il ponte di Bisnate è un osservato speciale a causa dei rifiuti che bloccano la corrente

Ce n’è una ai piedi del ponte di Bisnate, atteso da un sopralluogo in tempi stretti. E ce ne sono altre tre, già individuate, che fanno scattare “l’allarme rosso” in materia ambientale. Sono le discariche a cielo aperto che affliggono Zelo Buon Persico, una mappa del degrado che in questi giorni, oltre che il decoro, minaccia la sicurezza stessa dell’area, fiume Adda in testa.

Si parla di rifiuti di ogni genere: dagli elettrodomestici agli alimenti per passare agli abiti e ai giocattoli, continuando con le masserizie e i materiali di risulta.
Negli ultimi due anni l’amministrazione ha riscontrato anche il malcostume di alcuni incivili che scaricano di tutto lungo la nuova tangenzialina, in particolare nelle due piazzole di sosta, dove ultimamente sono state recuperate latte di vernice e olio.

L’altro punto caldo è rappresentato dall’ex provinciale 181, oggi diventata strada chiusa, meta dei furbetti che l’hanno trasformata in una discarica a cielo aperto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.