Ztl, caos multe: sono 37 i “pass” non rinnovati per il centro
Le telecamere posizionate in centro per il controllo degli accessi

Ztl, è caos multe

Sono ben 37 i “pass” non rinnovati per il centro a Lodi. La polizia locale: «Valuteremo caso per caso»

Una raffica di multe, un mare di proteste. È il “caos multe” per gli accessi alla Ztl a Lodi. Sono infatti ben 37 i titolari di “pass” scaduti sanzionati nel mese di giugno. Dopo il termine della proroga, infatti, non tutti hanno rinnovato il tagliando ed è stata una pioggia di contravvenzioni. E dalla polizia locale hanno fatto sapere che «sarà valutato caso per caso».

Il problema si è presentato dopo l’esternalizzazione del servizio dei “pass” alla società Line (gruppo Star), nell’ambito dell’appalto per la gestione dei parcometri. Prima i tagliandi venivano rilasciati dall’ufficio viabilità del Broletto, ora dallo sportello di smart mobility in via Visconti (Line). Per il rinnovo 2019 dei contrassegni era stata stabilita una prima scadenza al 30 aprile, segnalata in una comunicazione scritta recapitata al domicilio di tutti gli interessati, sia residenti delle varie “aree omogenee” sia tutti i soggetti che a diverso titolo erano in possesso di contrassegno che autorizzava al transito nella Zona a traffico limitato. In totale si trattava di circa 800 titolari di contrassegno. Successivamente la scadenza è stata prorogata al 31 maggio, su indicazione del Comune, avendo notato che un numero significativo di utenti (in particolare tra quelli con contrassegno per l’ingresso in Ztl) non avevano ancora provveduto al rinnovo. Ma la quota di mancati rinnovi è rimasta significativa.

Quindi? «In generale – spiega il comandante di polizia locale Fabio Germanà Ballarino – la comunicazione sulla scadenza c’è stata, sono state mandate delle lettere e sono stati distribuiti anche degli avvisi, quindi i titolari di “pass” avrebbero dovuto rinnovare. Faremo però verifiche sulle singole posizioni e se il tagliando verrà rinnovato per tempo, provvederemo ad annullare i verbali in autotutela. Dovremo fare pagare le spese di notifica, che sono di 16 euro a multa, perché le contravvenzioni sono state spedite e c’è stata una negligenza da parte dei possessori dei tagliandi che non si sono adeguati. Per il momento sono state spedite le multe di giugno, ovviamente in caso di rinnovo saranno annullate e non verranno spedite quelle che nel frattempo risalgono ai mesi di luglio e agosto»

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 10 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.