Alla Trombini i volontari per i malati di Alzheimer
L’inaugurazione della sede dell’associazione alla palazzina Trombini

Alzheimer, una nuova casa per i volontari

Inaugurata la sede alla palazzina Trombini di Melegnano

Un nuovo polo del sociale, attivo nell’intero Sudmilano, dove al momento non esistono strutture di questo tipo. È la palazzina Trombini a Melegnano, dove nel fine settimana è stata inaugurata la sede dell’Associazione malati Alzheimer. Dopo aver accolto nello scorso anno scolastico gli alunni della primaria Frisi, il glorioso stabile pubblico ospiterà il movimento presieduto da Massimo Sabbatini con la sua vice Caterina Ippolito, la cui presentazione ufficiale è avvenuta domenica alla presenza del sindaco Rodolfo Bertoli con gran parte della giunta comunale.

Nata nel 2017 grazie al fondamentale contributo della Fondazione Castellini Onlus, l’Associazione malati Alzheimer Melegnano (Amame, ndr) si pone l’obiettivo di portare sollievo ai pazienti che si trovano in una fase transitoria dopo la scoperta della malattia. Il sindaco Bertoli si è detto orgoglioso di accogliere in città il movimento che, unico sul territorio e aperto a tutti, conta la presenza di una trentina di pazienti in arrivo da Melegnano, Paullo, San Donato, Landriano e Carpiano.

La palazzina Trombini a Melegnano

Le attività dell’associazione, hanno spiegato Sabbatini e Ippolit, sono numerose: dai corsi di arteterapia ccondotti da Brigida Zuffetti, passando per «l’Alzheimer cafè, i laboratori di psicomotricità e di lettura con gli Amici della biblioteca di Melegnano, che vengono svolti in modo gratuito da personale professionalmente preparato. Vogliamo poi sostenere le famiglie dei malati di Alzheimer, a favore delle quali organizziamo degli appositi incontri per aiutarle a capire come gestirli».

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola martedì 10 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.