Centropadana, utile nel semestre Varato il piano di ristrutturazione
Oliviero Sabato (in primo piano), direttore generale di Bcc Centropadana

Banca Centropadana, utile nel primo semestre. Varato il piano triennale di ristrutturazione

Il dg Sabato: «Maggior efficienza e riduzione dei costi»

I primi sei mesi dell’anno sono stati obiettivamente duri, con gli strascichi della visita ispettiva di Bankitalia, lo stop agli amministratori uscenti e la litigiosità nella fase del rinnovo del consiglio di amministrazione. Banca Centropadana prova ora ad archiviare il primo semestre più difficile della sua storia facendo leva sui risultati al 30 giugno 2019, che nonostante un quadro (anche macroeconomico) complicato presentano un utile netto di circa 200mila euro, «una cifra che - avverte il direttore generale Oliviero Sabato - sarebbe potuta essere anche più elevata se non avessimo spesato interamente nel primo semestre una serie di costi normalmente distribuita sui dodici mesi, come la nostra contribuzione ai fondi di garanzia e alle spese del gruppo».

Il piano di ristrutturazione approvato dal Cda a inizio agosto e inviato a Banca d’Italia, prevede alcune linee guida, tra le quali il rafforzamento patrimoniale, la cessione di alcune filiali periferiche e la fuoriuscita soft dall’organico di una novantina di dipendenti. Lo stato di salute della banca è comunque buono: «L’operatività - conferma Sabato - è rimasta immutata, abbiamo mantenuto stabilità nello stock degli impieghi e non abbiamo registrato emorragie sul fronte della raccolta. La redditività complessiva - prosegue Sabato - è in crescita e l’utile netto rappresenta un segnale di tranquillità».

Continua intanto l’opera di pulizia del portafoglio: a fine 2018 il rapporto crediti deteriorati su impieghi lordi di Centropadana era pari al 18 per cento, nel corso del primo semestre 2019 è sceso al 15,8 per cento.

Leggi l’approfondimento sull’Edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola giovedì 5 settembre

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.