Dalla Faustina al Cavrigone, le opere messe in “lista d’attesa”
La sede del comune di Lodi

Dalla Faustina al Cavrigone, lunga attesa per le opere

Lodi, ecco tutti i nodi ancora aperti sul fronte della viabilità

Non ci sono solo le incompiute sul fronte delle opere pubbliche, ma anche per quanto riguarda strade e rotonde. Tanto che il Broletto ha schiacciato il tasto “pausa” su alcuni interventi attesi da anni. Quest’anno si è arrivati a una svolta per quanto riguarda la messa in sicurezza della rotonda della Faustina, teatro di numerosi incidenti e uno dei punti più trafficati del capoluogo. A proposito di rotatorie, anche se di minor impatto rispetto a quella che si affaccia sulla tangenziale, c’è la piccola “rotonda fantasma” tra via Serravalle e via San Giacomo: gli automobilisti non sanno mai a chi dare la precedenza, così i disguidi e le brusche frenate sono all’ordine del giorno. Per ora il Comune è intervenuto ancora una volta sulla viabilità dell’ospedale Maggiore. Senza parlare del caso emblematico del Cavrigone, lungo la via Emilia.

L’incrocio con la via Emilia è pericoloso, i residenti hanno ripetutamente chiesto la realizzazione di una rotatoria, o almeno di un semaforo a chiamata. Ma in questo caso l’interlocutore è l’Anas.

Sul fronte delle ciclabili, c’è invece attesa per le sorti di viale della Rimembranze: il prossimo anno dovrebbe essere quello decisivo, anche se resta incerta la sorte del sottopasso della Bassiana, se cioè sarà o meno aperto al traffico. ul piatto anche la sistemazione della ciclabile di viale Milano, al momento delimitata da una semplice striscia gialla ormai scolorita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.