Stabilimento Inalca, lavori in corso: sta sorgendo la maxi cella frigorifera
Transitando in auto lungo la strada provinciale 234 è impossibile non notare la gru e le basi del nuovo edificio

Stabilimento Inalca, lavori in corso: sta sorgendo la maxi cella frigorifera

Ospedaletto, entro la fine del 2019 il colosso della carne punta renderla operativa

Lavori in corso allo stabilimento Inalca di Ospedaletto Lodigiano. Transitando in auto lungo la strada provinciale 234 è impossibile non notare la gru e le basi di un nuovo edificio. Presso lo storico polo produttivo del Gruppo Cremonini infatti sta prendendo forma una maxi cella frigorifera dell’altezza di 23 metri ad alta automazione. Una sorta di “torre” progettata per ospitare “il nuovo cellone a bassa temperatura”. Entro la fine del 2019, il colosso della carne punta a concludere i lavori e a rendere operativo il nuovo spazio.

Il progetto, che ha richiesto una variante allo strumento urbanistico a causa dello sviluppo dell’edificio in altezza (il limite era 15 metri - da qui la variante), è stato approvato lo sorso marzo in consiglio. Il cantiere è poi decollato nel corso di questa estate.

Con questo investimento, che si sviluppa all’interno dell’area in cui lo stabilimento è presente già da anni, di fatto, Inalca indica la volontà di continuare a investire sul sito della Bassa.
Nella zona si sta configurando, di fatto, una sorta di distretto della carne: fra Ospedaletto e Casale, infatti, sono presente tre stabilimenti di trasformazione, un allevamento dedicato da 4 mila vitelli e un migliaio di occupati diretti oltre ad alcuni nell’indotto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.