Isole di plastica, Muzza e rogge sono soffocate dall’immondizia
Un’isola di plastica che si è formata lungo la Muzza, nei pressi di Tribiano. La situazione delle discariche abusive lungo i corsi d’acqua è diventata una vera e propria emergenza

Isole di plastica, Muzza e rogge sono soffocate dall’immondizia

Tribiano, lungo i corsi d’acqua bottiglie, vecchi giocattoli e flaconi vuoti

Un’altra emergenza ambientale per il Sudmilano. Il canale Muzza e le rogge attigue sono diventati le discariche galleggianti dei cittadini. L’abbandono di rifiuti di ogni genere in queste acque è un argomento già noto, visto che il Consorzio Muzza Bassa Lodigiana è intervenuto più volte ripulendo l’incredibile accumulo di rifiuti impigliati all’altezza della centrale a Paullo.

Ma a valle, verso Tribiano, non c’è soluzione di continuità all’immondizia che avanza e riaffiora. «La Muzza, l’Addetta e le altre rogge vengono utilizzate come pattumiera da teppisti e famiglie svogliate che abbandonano i propri rifiuti senza differenziarli, semplicemente buttando tutto dove capita» spiega Silvano Paterlino, volontario ecologista. E aggiunge: «La corrente fa il resto, trasportando i residui che si vedono galleggiare: i più leggeri emergono, gli altri affondano nell’alveo. Il ponticello di Tribiano fa da tappo, ma ci sono tanti altri punti dove troviamo queste discariche galleggianti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.