Daspo urbani per proteggere le oasi verdi dai vandalismi
L’oasi verde del parco della Muzza a Paullo

A Paullo arriva il Daspo urbano per proteggere i parchi dai vandali

È la misura che l’amministrazione vuole applicare anche in centro storico

Emiliano Cuti

Il parco Muzza e il San Tarcisio “protetti” dal Daspo urbano. L’amministrazione comunale di Paullo sta studiando un regolamento per “sfrattare” dalle aree verdi pubbliche i soggetti poco graditi. Il provvedimento appunto potrebbe essere questo, nato per debellare fenomeni come lo spaccio, l’accattonaggio e l’abbandono di rifiuti, fenomeni di degrado urbano, congeniale dunque per “ripulire” i parchi dove spesso sono stati registrati episodi violenti e consumo di sostanze stupefacenti. Il Daspo, come per le ordinanze “contingibili e urgente”, deve prevedere un’area di applicazione e un tempo limitato di validità.

«Stiamo lavorando con il sindaco e con la polizia locale all’emanazione di specifiche ordinanze, tali da rafforzare gli strumenti delle forze dell’ordine in tema di sicurezza e decoro urbano - ammette l’assessore alla partita Massimiliano Consolati -. La nostra intenzione è quella di verificare le condizioni per il varo del “Daspo urbano”, collegandolo soprattutto alle zone più sensibili: mi riferisco ai parchi e anche al centro cittadino. La tutela dei luoghi e dei cittadini è una nostra priorità; chiaramente tutti, non solo l’amministrazione, dovranno fare la loro parte in questo senso».

Come funziona il Daspo? Nel caso di baby gang ad esempio, o tossicodipendenti, si applicherà il divieto di avvicinarsi alla zona per 48 ore con una multa accessoria che andrà dai 100 euro in su.

«Paullo non è una città fuori controllo, anzi si posiziona fra i Comuni del Sud Est Milano con meno reati – puntualizza il sindaco Federico Lorenzini -. Precisato questo punto, la sicurezza è una tematica rispetto alla quale abbiamo sempre riservato attenzione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.