Mercato ambulante “sfrattato”: buona la prima, sospiro di sollievo
In alto, una foto d’archivio del mercato

Mercato ambulante “sfrattato” a Codogno: buona la prima, sospiro di sollievo

Il trasloco parziale è imposto dalla manutenzione di piazza Cairoli

Primo giorno di mercato settimanale “sfrattato” dai lavori sulla pavimentazione di piazza Cairoli, pochi disagi, nessun intoppo particolare alla viabilità, e qualche soddisfazione.

È buona la prima per lo spostamento parziale dei banchi del mercato in via Cavallotti e in via Galilei. Lunedì sono iniziati i lavori di sistemazione delle beole ammalorate di piazza Cairoli, con tutto il lato opposto alla chiesa parrocchiale interdetto al traffico tranne i residenti.

Il cantiere ha imposto lo spostamento parziale del mercato settimanale del martedì e del venerdì, e ieri mattina c’è stato il debutto della nuova sistemazione. I banchi posizionati di solito in quell’area sono stati ricollocati in via Cavallotti e parzialmente in via Galilei, dunque mantenendo l’unità del mercato, obiettivo dichiarato dal sindaco Francesco Passerini.

Il sindaco Passerini

Non sono arrivate particolari segnalazioni di lamentele, né per quanto riguarda la fruibilità del mercato stesso né per la viabilità. «La prima è andata bene - spiega l’assessore Severino Giovannini -. I banchi sono stati disposti in ordine, e anzi su via Cavallotti abbiamo incontrato anche diversi apprezzamenti, perché la strada è larga e consente una buona fruibilità da parte dei clienti. Continueremo a tenere sotto controllo la situazione, ma ci pare che non ci siano problemi di sorta».

Lo spostamento del mercato è fissato da un’ordinanza della polizia locale fino al 6 settembre, anche se l’amministrazione puntava a chiudere prima l’intervento su quella parte di piazza e dunque a poter ricollocare prima i banchi. Un’urgenza che però potrebbe essere rivista alla luce delle buone impressioni riscontrate ieri e che dovranno andare alla seconda prova venerdì.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.