Al Belgiardino un Ferragosto di tuffi e sole dopo il maltempo
Il Belgiardino

Lodi, un Ferragosto di tuffi dopo la tromba d’aria

Piscine piene al Belgiardino nonostante la corsa contro il tempo per riparare i danni del maltempo

Greta Boni

È stata una faticata per i danni del maltempo, ma il giorno di Ferragosto il Belgiardino ha aperto puntuale le porte a chi è rimasto a Lodi. Tuffi e sole, per una festa che ha registrato una buona affluenza: in tanti hanno scelto il parco sull’Adda per trascorrere una giornata di relax, non solo famiglie lodigiane ma anche straniere, soprattutto africani con bambini al seguito. «Siamo stanchi ma soddisfatti - fanno sapere dal Belgiardino, gestito dalla società Acquatica -. Siamo contenti per la buona affluenza, il Ferragosto è stato tranquillo, non si sono registrati particolari problemi. Per le 20 siamo riusciti a pulire tutto velocemente, a quell’ora non c’era più nessuno».

Dopo la tromba d’aria che si è abbattuta lunedì sulla provincia, Acquatica ha ripulito il Belgiardino a tempo di record. Gli operatori hanno dovuto rimboccarsi le maniche, chiudendo il parco il giorno prima di Ferragosto per riuscire ad aprire giovedì 15.

Tra le mete a disposizione di coloro che non hanno potuto fare le valigie e partire anche la piscina della Faustina, gestita da Sporting Lodi. La società per l’estate ha messo in pista un programma di attività sportive e intrattenimento, con promozioni per la scuola di nuoto, campus per i più piccoli e tornei.

Leggi l’approfondimento sull’edizione de Il Cittadino di Lodi in edicola sabato 17 agosto

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.