I certificati dell’anagrafe in tabaccheria e farmacia
Le farmacie comunali sono “partner” naturali del municipio

Casale, i certificati dell’ufficio anagrafe anche in tabaccheria e farmacia

Il Comune taglia le code davanti agli sportelli con un nuovo progetto

Casale come Milano, il Comune taglia le code all’anagrafe oberata sempre più da nuove incombenze portando il rilascio dei certificati nelle farmacie e nelle tabaccherie della città. Gli uffici sono al lavoro per definire tutto l’iter e le caratteristiche tecniche del servizio, con l’obiettivo di entrare nel vivo dell’operazione in autunno e partire già tra la fine dell’anno e l’inizio del prossimo con le attività.

«Con questo sistema i cittadini potranno ritirare il proprio certificato di residenza alle 19, una volta rientrati dal lavoro, con pochi semplici passaggi, senza impegnare ore di permessi lavorativi per accedere all’anagrafe» spiega il vicesindaco Piero Mussida.

«Ovviamente le farmacie comunali sono partner naturali da individuare, ma la proposta sarà fatta anche alle diverse attività private che operano in Casale, farmacie e tabaccherie – conclude Mussida -. Se funzionerà, come crediamo, in futuro l’iniziativa potrebbe essere estesa».

Il progetto rientra nel piano di sburocratizzazione dell’amministrazione pubblica, con il duplice obiettivo di avvicinare il Comune ai cittadini e di togliere lavoro diretto allo sportello dell’anagrafe, da tempo oberato di nuove attività assegnate agli uffici comunali dal governo centrale nel corso degli anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.