Ylenia Borghini non ce l’ha fatta È morta dopo l’arresto cardiaco
Infermieri 118 (foto d’archivio)

Stroncata a 25 anni da un arresto cardiaco

Ylenia Borghini di Codogno si è spenta a due settimane dal malore

Se n’è andata a soli 25 anni Ylenia Borghini. Non ce l’ha fatta a sopravvivere, a causa delle gravi conseguenze neurologiche successive all’arresto cardiaco. Domenica è morta, mentre era ricoverata in terapia intensiva, a Lodi. Gli operatori della rianimazione, guidata dal primario Enrico Storti, hanno chiesto l’autopsia, che si svolgerà oggi, per chiarire le ragioni del decesso.

Da quattro anni la giovane lavorava al laboratorio-ristorante “Pastafresca bistrot” in piazza Cairoli a Codogno. Il giorno dopo il malore della ragazza, il locale era rimasto chiuso. Troppo grande il dolore per riuscire a lavorare.

Sono gli stessi medici a voler far luce sulla morte di Ylenia: le indagini fatte in queste due settimane nel tentativo di salvarla, sia a Lodi sia al Niguarda di Milano, non hanno fornito risposte che spieghino cosa abbia stroncato la sua giovane vita.

Da ottobre 2018 a oggi già 201 lodigiani hanno avuto un arresto cardiaco. E solo l’8 per cento è sopravvissuto. Si tratta di numeri drammatici che, ancora una volta, riportano l’attenzione sul tema. La percentuale, anche nel Lodigiano, è di un arresto ogni mille abitanti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti ( 0 ) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito . I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati.